[Osservatorio_martesana] Festa Anti Brebemi

Delete this message

Reply to this message
Author: Paolo Bogni
Date:  
To: Undisclosed-Recipient:;
Subject: [Osservatorio_martesana] Festa Anti Brebemi

Collettivo giovanile USCITA DI SICUREZZA



ORGANIZZA:



FESTA ANTIBREBEMI

SABATO 9 - DOMENICA 10 SETTEMBRE 2006

FARA OLIVANA (2 KM DA ROMANO LOMBARDO)

MUSICA, CIBI, BEVANDE, AGGREGAZIONE, INFORMAZIONE.



RIUNIONE PRELIMINARE APERTA A TUTTI COLORO I QUALI VOGLIANO PARTECIPARE IN FORMA ATTIVA ALLA FESTA:

MERCOLEDI' SERA 23 AGOSTO, ORE 20,45 "CASA DEL POPOLO" ROMANO DI LOMBARDIA







INFORMAZIONE E' POTERE



BRE-BE-MI ED INFORMAZIONE





Informazione è potere. Possedere un'informazione corretta significa poter capire, poter scegliere, senza essere costretti a subire passivamente le menzogne e le mezze verità che ci vengono proposte.



Questo ci sembra vero in generale e ci sembra ancora più vero quando i temi sono di interesse popolare. Quando i temi sono l'ambiente e le infrastrutture. Quando ad essere coinvolte sono le vite di tutti. Quando in discussione è la nostra salute, le nostre risorse economiche e la nostra mobilità sul territorio.

E' dunque doveroso poter disporre di un'informazione chiara, oggettiva e lontana da una propaganda guidata dagli interessi economici di pochi.



Purtroppo, niente di tutto ciò si sta verificando per alcune infrastrutture viabilistiche come la BRE-BE-MI e la TAV.

vengono presentate come necessarie, prioritarie e irrinunciabili. Vengono presentate come risolutrici di tutti i problemi esistenti legati alla viabilità ma su di esse non viene spesa una parola di più. Nessuno ci parla del loro impatto ambientale. Nessuno ci parla delle conseguenze che avranno sulle nostre vite. Nessuno ci spiega dove si prenderanno i soldi e come verranno spesi. Nessuno ci spiega di come si è arrivati a pensare proprio all'autostrada e non ad altre soluzioni.

Ma esiste anche di meglio: esistono enti, associazioni, giornali, televisioni ed amministrazioni comunali che (più o meno) consapevolmente, impediscono che l'informazione (quella completa) arrivi ai cittadini. Obbediscono talvolta a ordini di partito o più semplicemente se ne fregano, diventando però di fatto complici della disinformazione, voluta da chi spera che tutto proceda senza la partecipazione della popolazione.



Forse è il momento di smetterla di aspettare che sia qualcun altro a darci l'informazione che cerchiamo. Forse è arrivato il momento di cominciare ad informarci e ad informare.

Per fortuna, alcune realtà si stanno già movendo in questa direzione. Gruppi, associazioni e singole persone, si stanno battendo per promuovere un'informazione LIBERA. Libera da vincoli ideologici. Libera da interessi economici.

Un'informazione che ha come unico scopo, quello di fare in modo che tutti possano capire davvero che cosa è l'autostrada BRE-BE-MI. Un'informazione che porti la gente a prendere una posizione non condizionata da interessi di parte, troppo lontani dalla serietà e complessità dell'argomento.



E' a tutte queste realtà che il collettivo uscita di sicurezza si rivolge.

Ci rivolgiamo a tutti voi per la creazione di un COMITATO POPOLARE D'INFORMAZIONE BRE-BE-MI.

Un comitato che sappia unire le forze in campo per riuscire a dare più visibilità a questa lotta per l'informazione. Insieme potremmo organizzare iniziative su tutto il territorio allo scopo di creare interesse e partecipazione. Dobbiamo riuscire a coinvolgere la popolazione, combattere la disinformazione e far pressione sulle istituzioni affinché la BRE-BE-MI venga trattata con la serietà che merita.



Si potrebbe pensare ad esempio alla costruzione di assemblee, manifestazioni, feste, sito internet e tutto quanto possa servire ad informare la popolazione di ciò che sarà l'autostrada.

Mettere in comune le conoscenze, le esperienze e le forze è per noi il miglior modo di lavorare a questo obiettivo.



Per questo motivo ci troveremo mercoledì 23 agosto alle ore 20.45 presso la "casa del popolo" a Romano di Lombardia (Bg)






Per informazioni Avigo Mattia 3480633524

Minneci Rudy 3381071389



LETTERA DI SOLIDARIETA'





USCITA DI SICUREZZA Romano di lombardia, 8 agosto 2006





OGGETTO: Lettera rivolta a tutte le realtà che vogliono lottare per due giuste cause.



La cause in questione si chiamano BRE-BE-MI e TAV. Brevi sigle che mettono tutti noi in grado di comprendere e smascherare scelte politiche che confessano una totale indifferenza nei confronti delle necessità reali della popolazione.

BRE-BE-MI e TAV sono i nomi con cui gli interessi economici e le volontà di pochi -imprenditori e politici- vengono imposte ad una collettività. Collettività che a questo scopo viene disinformata e ancora una volta umiliata, costringendola a pagarne le spese -anche economiche- e a subire l'arroganza di chi non pagherà, nemmeno per gli errori commessi.

La BRE-BE-MI e l'ALTA VELOCITA' non sono scelte sbagliate da parte di una politica distratta ma progetti ben precisi che dobbiamo saper analizzare e combattere. Come combatterli, è la sfida che ci poniamo e vi poniamo. Noi crediamo che la strada sia quella di informare la popolazione di ciò che sta accadendo. Vogliamo far capire che in gioco c'è la nostra libertà. Libertà di conoscere e quindi di partecipare alle decisioni ma anche libertà di proporre e di essere ascoltati. In una parola: democrazia.

Informare significa prima di tutto informarsi e creare momenti di socializzazione dove poter parlare alle persone e coinvolgere tutte le realtà già organizzate a fare lo stesso. Questo è reso necessario dall'impossibilità di utilizzare i mass-media in quanto già strumento nelle mani di chi cerchiamo di combattere.

Obiettivo è quello di risolvere concretamente un problema che riguarda tutti noi -la mobilità- senza compromettere le risorse economiche, la nostra salute e la nostra democrazia.

È per questo che il collettivo Uscita di Sicurezza ha deciso di:

1.    diffondere materiale informativo alle realtà organizzate del territorio.


2.    organizzare una festa in cui informare la popolazione della bassa bergamasca circa i progetti BRE-BE-MI e TAV, i loro limiti, le alternative ai progetti e il tentativo di impedirne la diffusione a tutti i livelli.


Per fare questo abbiamo bisogno di unire le forze del territorio e di farne emergere di nuove.

(Il nostro collettivo è una piccola realtà che si sta radicando sul territorio. Possediamo tenacia, buona volontà ma pochi soldi.)



Il 23 di agosto ci troveremo a Romano per un'assemblea che coinvolga il maggior numero possibile delle realtà presenti sul territorio. In questa data vorremmo definire le modalità con cui portare avanti la lotta contro BRE-BE-MI e TAV.

Vi chiediamo di partecipare e di aiutare anche economicamente per la festa che stiamo organizzando. Noi lavoriamo, affinché questa festa possa essere il primo di una serie di appuntamenti che ci porti a diffondere nella gente il sentimento di opporsi a questi inutili sprechi nascosti dietro il nome "opere pubbliche".



La festa che vogliamo organizzare, si terrà nei giorni di sabato 9 e domenica 10 settembre. È un'iniziativa che vogliamo rivolgere a tutti ed in particolare a famiglie e giovani. È per questo motivo che abbiamo pensato ad una festa in cui si esibiscano gruppi musicali e vengano somministrati cibo e bevande. Non mancherà l'informazione sia da parte di tecnici, sia attraverso il volantinaggio.









Vi alleghiamo l'elenco delle spese a cui dovremo far fronte e a cui vi chiediamo di contribuire per quel che potete:

Un service per la musica: 500 Euro

Pagamento S.I.A.E.: 500 Euro

Energia elettrica: 150 Euro

ASL 70 Euro

Cibo e bevande 500 Euro



                                                                    Collettivo Uscita di Sicurezza